27 novembre 2011

Leptis Magna e veduta dell'arco di Settimio Severo

Oggi vi mando qui. E' una maniera già utilizzata per vedere i paesaggi in versione tridimensionale o più precisamente a 360 gradi come dice il nome del sito (www.360cities.net/); l'effetto è gradevole, a volte spettacolare. Si può dire che anche un video è in movimento, ma quest'ultimo lo utilizziamo in modo passivo, lo guardiamo col punto di vista di chi ha girato il filmato. Invece con queste immagini, oltre al fatto che sono più nitide e di migliore qualità, siamo noi che scegliamo di muoverci all'interno di esse come ci pare, di avvicinarci, allontanarci e di fermarci su un punto interessante.
Quando ho visto alcune immagini di Piazza dei Martiri (ex Piazza Verde) e di Leptis Magna, mi sono un po'emozionata, non commossa, ma mi si è stretto il cuore un pochino. Ma questo succede per l'effetto nostalgia che provo per via della lontananza. Ogni tanto, ad esempio oggi, mi viene il timore che non ci tornerò più,  ma per motivi fondati e personalissimi. Speriamo in bene...
Comunque mi piacciono queste foto proprio perché, mentre le guardo, mi fanno sentire un attimo più vicina.

A oggi sul sito sono visibili le immagini dinamiche della città antico-romana di Leptis Magna, poi sono pubblicate le panoramiche del centro storico di Tripoli per l'esattezza: Piazza dei Martiri, il mare e il porto attigui, il castello, una via della Medina e la piazza con la Torre dell'Orologio prima del restauro.

In particolare vi mostro questa di Leptis Magna, scattata dall'interno dell'Arco di Settimio Severo: se usate full screen l'effetto è migliore.
(tralascio la descrizione storico architettonica di questo monumento del 203 d.C. perchè possiamo trovare tante notizie di approfondimento a vari livelli nella rete e in libreria).
Link alla pagina:

Questo bellissimo arco imponente e massiccio è posto all'inizio dell'antica maestosa città; in realtà arrivando da fuori, lo troviamo ad un livello molto più basso rispetto all'entrata del sito archeologico;

21 novembre 2011

Tripoli life, il mio articolo sul web

"Tripoli life" uno scorcio di vita tripolina pre-rivoluzione in un articolo scritto da me sul sito www.lenuovemamme.it.
Così mi vedete anche in volto...

"Tripoli life": a glimpse of pre-revolution life in Tripoli in an article written by me on the new website www.lenuovemamme.it (in italian). So you can also see my face...

09 novembre 2011

Musica: "Siamo noi la generazione di oggi" "نحن جيل اليوم"


Ancora musica!
Questa volta ho proprio faticato a reperire informazioni sulla storia del brano e dei cantanti, quel poco che so ve lo racconto sperando di poter arricchire il post prima o poi con informazioni più interessanti. Ma quello che importa di più in fondo è ascoltare, trovo che anche questo brano sia molto gioioso e sereno.
A quanto pare i cantanti sono il team della tv libica "Libya Alhurra TV" e in effetti si tratta di un brano d'insieme ma non corale nel senso tradizionale, ricorda quei brani cantati per scopi benefici da personaggi noti come calciatori o cantanti big di cui l'antesignano fu nell'84 il famosissimo "We are the World" di USA for Africa. Alle parti corali si alternano diversi solisti per interpretare la parte cantata o quella solo strumentale.   
Anche lo stile visivo è su quel genere, studi di registrazione, microfononi e cuffie... Le similitudini finiscono qui. Nel video naturalmente emerge la semplicità che è il pregio di questi ragazzi, giovani, belli e modesti, nel significato positivo del termine.
L’ambientazione è in interni ed esterni, l'interno è una tipica villona libica con scalinate e colonne ma con un arredo sobrio e essenziale, mentre fuori c'è un vialetto alberato con gli immancabili eucalipti assetati che mi piacciono tanto.
Il brano è cantato in arabo e il titolo è  “نحن جيل اليوم”  che tradotto significa “Siamo noi la generazione di oggi” ('We are today's youth') .
 

                                                               We are today's youth



03 novembre 2011

Only in Libya...


E QUESTO???


Photo credit: Aris Messinis/AFP/Getty Images  



Ancora la mucca gaudente


Vi ricordate il post in cui parlavo dell’onnipresenza e invadenza del formaggino “La vache qui rit” in tutti i negozi e in tutti gli spazi della città, della campagna e pure dei monti libici?
Ecco a conferma di ciò che dico e di quanto queste scatolette appestino la geografia, ora ho una testimonianza di quanto stiano ammorbando pure la storia libica.
La fotografia che ho inserito qui sotto è estratta da uno dei tanti video che riprendono gli ultimi momenti del Rais. 
Ho fermato l’immagine su un punto del terreno ripreso casualmente, immagino da un cellulare, durante quegli ultimi momenti concitati.
E che cosa inquadra per terra? 
Il coperchio di una scatolina di formaggini… Quei formaggini!



30 ottobre 2011

La lingua araba spiegata da Maha

Sto studiando arabo da casa, non avendo ancora avuto qui in Italia la possibilità di seguire delle lezioni reali e non virtuali, faccio fatica a trovare la differenza tra alcune lettere; non intendo quelle scritte ma quelle pronunciate: mi pare ci siano tante ( ق خ ك ), tante ( ح ه ), diverse ( ه ا ة ) più di una ( ص ض ز س ) di una T   ( ط ظ ث ت ), eccetera.

27 ottobre 2011

Giveaway e i calendari dell'Avvento

Oggi sono completamente immersa in Italia... per forza la concretezza quotidiana ha il sopravvento! E allora navigando, spulciando qua e là questi giorni mi imbatto in diversi giveaway, cerco di partecipare quando posso e riesco, nel senso che riesco a concentrarmi e scrivere al computer per via delle tossi e febbri che circolano dalle mie parti queste  settimane...
Al primo giveaway a cui ho partecipato su GenitoriChannel sono riuscita pure a vincere per cui sono entusiasta di queste iniziative, hai meno concorrenti rispetto a un qualsiasi concorso e partecipare è per nulla complicato perchè basta usare internet

04 ottobre 2011

La nuova musica libica

Bandiera berbera

Ieri un amico mi ha inviato questo brano di musica libica, berbera.
Volevo condividerlo perchè è delizioso! Pieno di gioia, mette il buon umore e carica.
Lo amo alla follia: è lo spirito della nuova Libia fatta di giovani, ottimisti e propositivi. Un brano semplice, fresco, anche ingenuo perchè no? (è bella l'ingenuità, non è anche questa che rende le anime belle e i bambini  meravigliosi?) che ti entra nella testa e lo canticchi quando sei allegra.

01 ottobre 2011

La Nursery dell'aeroporto di Roma-Fiumicino


Quando si fanno viaggi lunghi con bambini piccoli, ma anche brevi in realtà, hai bisogno di uno spazio dove poter fermarti in pace senza pressioni, senza persone che ti girano intorno, luci accecanti, minicar che ti sfiorano e suonano, trolley che si infilano tra le caviglie e urtano i tuoi bambini e sguardo ringhioso annesso, come dire: "Ma metti quell'impiastro fuori  dalla mia traiettoria!" a riprova che in Occidente i bambini sono sempre più

27 settembre 2011

Aeroporti del mondo in tempo reale

Visto che questo è un sito che parla di vita all'estero, parte fondamentale di questa vita sono i viaggi stessi, i voli aerei e il tempo passato in aeroporto. Dopo avervi parlato in questo post di Flightradar24 che descrive graficamente e in tempo reale la traccia dei percorsi aerei sul pianeta, oggi vi voglio parlare di un altro sito legato ad aerei ed aeroporti, si tratta di Flight24.com
E' un sito utile e sobrio per chi vuole conoscere dettagli riguardanti ogni aeroporto, aeroplano o compagnia aerea nonché, cosa più importante, notizie su un determinato volo, il tutto in tempo reale.

02 settembre 2011

Festeggiamenti e spari...

In questo VIDEO, sempre in Piazza dei Martiri, la musica trasmette ancora meglio la gioia della gente.


Musica, ritmo!
Ti viene voglia di essere laggiù con loro, anche se non sarei troppo tranquilla a portarci un bambino...
_________________________________________________________________

Si sono diffusi in questi giorni molti appelli volti ad evitare l'uso delle armi

Inno e piazza dei Martiri a Tripoli

Per tutti questi mesi questo inno malinconico, simbolo della rivolta libica (e credo sia stato usato per la stessa ragione anche in Egitto) è stato il tormentone  che cantavo tra me e me a volte sottovoce a volte solo nella mente. Non ne conosco la storia, presumo sia precedente alla Primavera araba, ma io l'ho conosciuto in questa occasione nel marzo di quest'anno e non l'ho più dimenticato.
Oggi trovo la voglia di pubblicarlo e condividerlo sul blog perchè ha un tono diverso... E' finalmente liberatorio. Lo si vede in questo video che trasmette voglia di futuro.

29 agosto 2011

Grazie Hassan!


In questo VIDEO del 28 agosto (tratto da youdem.tv) dal minuto 62' inizia l'intervista effettuata da Toni Capuozzo al blogger libico Hassan Al-Djhami   che ha creato la pagina su Facebook chiamata "La rivolta del 17 feb. La giornata della collera" - انتفاضة 17 فبراير 2011- لنجعله يوما للغضب في ليبيا.  
Hassan ad Anno Zero
Hassan fu intervistato  l'inverno scorso anche da Anno Zero (consiglio di guardarla perchè molto interessante).



E' la pagina per eccellenza che mi è piaciuta di più tra le tante che seguo su FB, quella a cui mi sono collegata più spesso in questi 6 mesi, tutti i giorni e soprattutto tutte le notti. Ricchissima di documentazione fresca fresca:  

08 agosto 2011

Tripoli senza elettricità

Video da euronews:
"Dal primo agosto c‘è il Ramadan, quando la sera si aprono i frigoriferi si trova solo merce deteriorata. Due giorni senza corrente a 35-37 gradi significa mandare tutto in malora".
"Intanto, la benzina è arrivata alle stelle: un litro di carburante costa l'equivalente di 3 euro, oltre il doppio rispetto a un mese fa."



                                                                              euronews


Anche in tempo di pace capitava qualche oretta senza elettricità, ed erano guai anche se erano poche ore. Con un clima così caldo

04 agosto 2011

Aiutiamo i bambini libici con WORLD FOR LIBYA

Visto che non posso partecipare direttamente all'aiuto dei bambini e in questo caso dei bambini libici, ho trovato un'associazione inglese che mi pare faccia un buon lavoro.
Si chiama  WORLD FOR LIBYA .

WFL  è una organizzazione non profit  istituita in seguito alle proteste libiche e la rivolta di febbraio 2011.
Il suo obiettivo principale è quello di sostenere gli aiuti umanitari sia direttamente sia attraverso associazioni di beneficenza di terze parti. 

03 agosto 2011

Questa guerra...

Questa guerra è anche la mia guerra. Ancora non mi sono adattata all'idea di rimanere in Italia. Mai ho pensato che non sarei più tornata a Tripoli, davanti alla rassegnazione di tanti, al distacco di alcuni, io ho sempre saputo che sarei tornata, non ho mai preso in considerazione l'eventualità di un addio definitivo. Fino a ieri...
Sono arrivati, i disordini sono da noi. Adesso Tripoli è sotto assedio per davvero e non è ancora al culmine degli scontri...  Non essendoci più un ordine pubblico le bande di saccheggiatori agiscono dove possono e molto possono; qualche settimana fa avevo saputo del saccheggio delle case all'interno del compound Regatta,

26 luglio 2011

Emergenza siccità in Africa orientale: non chiudere gli occhi

In questo video l'attore Luca Angeletti e la cantante Saba Anglana prestano la loro voce all'appello di raccolta fondi promosso da AMREF insieme ad altre otto Ong del network di AGIRE (Agenzia Italiana per la Risposta alle Emergenze) per sostenere gli interventi umanitari in corso nel Corno d'Africa.

22 luglio 2011

... dettagli costruttivi

Tanto per essere un po’ dissacrante e fare considerazioni architettonico-locali (qualsiasi cosa mi richiama la nostalgia per questo Paese...), nel video del post precedente osservo la presenza dei sacrosanti portici diffusi ovviamente per motivi climatici in tutti i paesi e città libiche (dovrebbero essere più diffusi anche alle latitudini italiane comunque, riparano e

21 luglio 2011

Un giorno da insorti…

Un giorno da insorti a Misurata.... In questo avvincente video ripreso dall'interno dell'azione, non da lontano, ci caliamo nei panni e nel respiro di un insorto (e dell'operatore di cinepresa o cellulare) viviamo con loro  tensione, paura, incoscienza e coraggio allo stesso tempo…
Ci si fa un po’ l’idea di cosa si prova a fare un’azione pericolosa senza avere le spalle coperte.


                                                                        Misurata, maggio 2011

09 luglio 2011

Gharyan e le montagne di Nafousa - FOTO


Dalle notizie giornalistiche sembra che gli scontri in questi giorni stiano avvenendo a Gharyan...    "I ribelli continuano a muoversi verso Tripoli e ora si preparano ad attaccare la città di Gharyan a 40 chilometri dalla capitale".
A me sembravano più di 40 km, sarà che il tragitto

Gahryan (1)


                                                                          Gahryan (1), a photo by Tamerix on Flickr.

02 luglio 2011

SAHARA

Immagini avvincenti, albe, tramonti,  volta celeste in movimento e piena di stelle...
Una musica che invita ancor di più a suggestioni fantastiche..
E' il deserto del Sahara.
Queste immagini non sono riprese in Libia, ma in Algeria; quello che mi colpisce è la bellezza e mi importa condividere il piacere di immergersi completamente per qualche minuto in un'atmosfera magica...


16 giugno 2011

La mucca che ride

Tanto per non essere sempre seri e buttarla sul leggero mi viene in mente una cosa.
I primi tempi che stavo a Tripoli, nel 2006, di supermercati grandi non ce n'erano o almeno, non ne conoscevo.
C'erano quelle pittoresche e stipatissime botteghe, a volte di pochi metri quadri, che però ti salvavano l'esistenza perchè avevano di tutto. Magari una sola marca, un solo prodotto per categoria (anche se in realtà c'era spesso una discreta scelta di varie merci) ma di sicuro potevi trovare l'occorrente per lavarti i panni

13 giugno 2011

Petizione per Habiba e la sua bambina

L'istituto di Madrid del bambino e della famiglia (IMMF) ha separato una giovane madre marocchina da sua figlia di 15 mesi perché rifiutava di smettere di allattarla al seno. 
Per firmare la petizione  perché le due si incontrino di nuovo puoi compilare il form azzurro che ho posto qui accanto.
Su questa pagina del sito Genitori Channel (che consiglio di seguire anche per tutte le informazioni utili e  molto serie che dà sui bimbi), ci sono tutte le informazioni e gli aggiornamenti di questa triste vicenda.
Oppure potete seguire il gruppo internazionale su Facebook.

11 giugno 2011

Link foto

In questo link belle foto (non mie...) di attualità in Libia.
Le persone, la rivolta, le conseguenze.....
Mi piacciono soprattutto la n.21 e la 23. Sullo sfondo della n. 21, scattata a Tripoli, ci sono i due nuovissimi grattacieli che ho visto costruire in tempi brevissimi,

09 giugno 2011

Gli aerei sopra di noi...

A me capita spesso la notte di vedere nel cielo le luci lampeggianti di un aeroplano che lontanissimo sorvola la mia testa, passa sopra la mia terra o al paese in cui sto in quel momento, non importa quale. E mi piace stare minuti a osservare e chiedermi da dove viene, quale sarà la meta di quell'aereo e chi ci sarà seduto dentro magari a sonnecchiare, 

05 giugno 2011

Connessione Internet dalla Libia

Sappiamo quanto è importante la comunicazione privata e pubblica attraverso la rete, il web. Sappiamo anche il ruolo che sta rivestendo nell'organizzazione dei movimenti di protesta di questi mesi. Ovunque.
Ecco, in Libia da metà febbraio circa le connessioni internet sono drasticamente calate, non per volontà degli utenti di sicuro.
Il grafico che segue, creato e aggiornato da Google Transparency Report, traccia la quantità di connessioni avvenute nel tempo.

04 giugno 2011

Tripoli, città sicura

A Tripoli si stava molto bene e non racconto - per ora - tutti i motivi per cui dico ciò, ma ne nomino solo uno: la sicurezza personale.
La piccola criminalità, se così si può chiamare quella degli scippi, del furto in borsetta, non era molto diffusa. Almeno non nei posti frequentati dai turisti e dagli occidentali. Sarà che nella capitale di miseria ce n'era ben poca, ma non mi sono sentita in pericolo come invece

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...