16 giugno 2011

La mucca che ride

Tanto per non essere sempre seri e buttarla sul leggero mi viene in mente una cosa.
I primi tempi che stavo a Tripoli, nel 2006, di supermercati grandi non ce n'erano o almeno, non ne conoscevo.
C'erano quelle pittoresche e stipatissime botteghe, a volte di pochi metri quadri, che però ti salvavano l'esistenza perchè avevano di tutto. Magari una sola marca, un solo prodotto per categoria (anche se in realtà c'era spesso una discreta scelta di varie merci) ma di sicuro potevi trovare l'occorrente per lavarti i panni

13 giugno 2011

Petizione per Habiba e la sua bambina

L'istituto di Madrid del bambino e della famiglia (IMMF) ha separato una giovane madre marocchina da sua figlia di 15 mesi perché rifiutava di smettere di allattarla al seno. 
Per firmare la petizione  perché le due si incontrino di nuovo puoi compilare il form azzurro che ho posto qui accanto.
Su questa pagina del sito Genitori Channel (che consiglio di seguire anche per tutte le informazioni utili e  molto serie che dà sui bimbi), ci sono tutte le informazioni e gli aggiornamenti di questa triste vicenda.
Oppure potete seguire il gruppo internazionale su Facebook.

11 giugno 2011

Link foto

In questo link belle foto (non mie...) di attualità in Libia.
Le persone, la rivolta, le conseguenze.....
Mi piacciono soprattutto la n.21 e la 23. Sullo sfondo della n. 21, scattata a Tripoli, ci sono i due nuovissimi grattacieli che ho visto costruire in tempi brevissimi,

09 giugno 2011

Gli aerei sopra di noi...

A me capita spesso la notte di vedere nel cielo le luci lampeggianti di un aeroplano che lontanissimo sorvola la mia testa, passa sopra la mia terra o al paese in cui sto in quel momento, non importa quale. E mi piace stare minuti a osservare e chiedermi da dove viene, quale sarà la meta di quell'aereo e chi ci sarà seduto dentro magari a sonnecchiare, 

05 giugno 2011

Connessione Internet dalla Libia

Sappiamo quanto è importante la comunicazione privata e pubblica attraverso la rete, il web. Sappiamo anche il ruolo che sta rivestendo nell'organizzazione dei movimenti di protesta di questi mesi. Ovunque.
Ecco, in Libia da metà febbraio circa le connessioni internet sono drasticamente calate, non per volontà degli utenti di sicuro.
Il grafico che segue, creato e aggiornato da Google Transparency Report, traccia la quantità di connessioni avvenute nel tempo.

04 giugno 2011

Tripoli, città sicura

A Tripoli si stava molto bene e non racconto - per ora - tutti i motivi per cui dico ciò, ma ne nomino solo uno: la sicurezza personale.
La piccola criminalità, se così si può chiamare quella degli scippi, del furto in borsetta, non era molto diffusa. Almeno non nei posti frequentati dai turisti e dagli occidentali. Sarà che nella capitale di miseria ce n'era ben poca, ma non mi sono sentita in pericolo come invece

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...