18 febbraio 2012

Lanterne in cielo per l'anniversario della rivolta libica


Ieri sera, 17  febbraio, è corso il primo anniversario dallo scoppio della rivolta libica. Questo giorno viene considerato dai libici  il Compleanno della Libertà.
L'occasione è stata celebrata chiedendo di lasciare nel cielo una lanterna o meglio una piccola mongolfiera di carta a suffragio dei morti, i martiri che hanno perso la vita in questa lotta.
L'appuntamento era per tutti alle 21 di venerdì in piazza dei Martiri a Tripoli, ma anche a Bengasi e in tutte le altre città e piazze libiche, sopra i tetti delle case e pure fuori dalla Libia stessa.
Allo scoccare dell'ora prevista, tutti quanti hanno lasciato volare una lanterna che salendo in alto sembrava

09 febbraio 2012

...aggiornamento neve a Tripoli

Dato che è un argomento che incuriosisce molte persone e stuzzica la curiosità degli amanti d'Africa, aggiungerò qualche altra immagine e video raccolto nel web che racconta della straordinaria (nel senso di poco frequente) nevicata del 6 febbraio in Libia.
Lungi dal lamentarsene, si può intuire lo spirito che anima molti libici, popolo composto da un'alta percentuale di giovani, davanti a un'evento che avrà creato sì disagi, dato che presumo non siano attrezzati con spazzaneve e spargisale, ma è stato vissuto come una cosa festosa e positiva. 
Since it is a topic that intrigues many people and tickles the curiosity of Africa's  lovers, I'll add more images and videos that tells the extraordinary (meaning rare) snowfall of February 6 in Libya.


07 febbraio 2012

La neve in Libia

Anche qua è arrivata, quest'anno si fa sul serio... Era dal 1948 che non nevicava così tanto. Ieri sera la temperatura era di +2 gradi.
Nonostante le case non siano dotate di un impianto di riscaldamento fisso, i libici si sono attrezzati con stufe elettriche e giubbotti pesanti. Erano parecchio contenti.

Ecco alcune immagini che ho trovato in rete  (cliccare sulla foto per ingrandire).


(ENG.)
The snow has come here too... It was since 1948 that didn't snow so much. Last night the temperature was 2 degrees. Despite the houses are not supplied with a fixed heating system, Libyans are equipped with electric heaters and heavy clothes. People is very happy.
Here are some pictures I found online. (Click on photo to enlarge)

Tripoli, lungomare.
https://www.facebook.com/photo.php?
fbid=326421397401800&set=a.326421260735147.74316.130522923658316&type=1&theater

03 febbraio 2012

Sopravvivere al guardiano

Sico era il nostro guardiano tuttofare nel periodo 2006-2009, un ragazzo del Mali che faceva quei lavori che migliaia di africani svolgevano nelle case dei libici e degli espatriati. Lavori che spesso non avevano mai visto svolgere: giardinieri, cuochi (da me però la cucina era off-limits, me ne occupavo totalmente io), falegnami, idraulici, lavandai, etc... e talvolta se nessuno spiegava loro come funzionavano alcune diavolerie o come si volevano eseguiti certi lavori, non potevano che armarsi di fantasia e improvvisare senza prendersela molto... E questo ti insegna che alla fine certe cose funzionano lo stesso anche se non seguono i nostri criteri e i nostri schemi (bè fanno eccezione gli elettrodomestici).

Un giorno siamo andati al souk e abbiamo acquistato un mobiletto  in finto-legno,

02 febbraio 2012

Liebster blog

Udite, udite!
La Gigia  di  Mozambico senza Nutella mi ha onorata del il Premio Liebster Blog!!!!


Mille volte grazie!

Intanto perchè è la prima volta che il mio blogghetto riceve un premio ed essere apprezzati fa sempre moooolto piacere. E si sa che i primi successi sono quelli che si ricordano con più intensità e tenerezza; ciò implica che do per scontato che otterrò in futuro tanti e grandissimi riconoscimenti, vero? Mmm.... sentendomi ringalluzzita, ho un attimo sepolto la modestia sotto uno spesso strato di coperte di lana, le stesse coperte che mi fanno compagnia in queste fredde giornate prealpine....
Poi, grazie a questo riconoscimento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...