13 agosto 2013

Sanda e 'Ndrezzata: che c'azzecca?

Chi è stato a Ischia e ha soggiornato in questa stupenda isola italiana avrà visto o perlomeno sentito parlare della 'ndrezzata.
La 'ndrezzata è una danza tradizionale tipica ed esclusiva di questo luogo, che consiste - tra le altre cose - nella rappresentazione di un duello dove le armi  sono sostituite da mazzette di legno (la mano sinistra invece tiene una spada) che vengono percosse tra i
contendenti/danzatori a un ritmo perfetto quanto incalzante della musica e del canto. Bella, vitale e coinvolgente per via del ritmo e dell'abilità degli artisti. 
Qui trovate degli approfondimenti:   'Ndrezzata  e un filmato.

Foto di © Enzo Rando - www.ischia.it      

Poi mi è capitato di  vedere questo video. Illustra uno spezzone di un'altra danza, questa volta libica.

  

Dalle poche notizie reperite scopro che il nome di questo ballo è Sanda ed è stato eseguito e danzato nelle montagne Nafousa: qui siamo nella città di Jadu, località  a sud di Tripoli molto interessante per la presenza di un museo con reperti della cultura locale. E' probabile che sia stato rappresentato durante la rassegna Amazigh culture Festival di Jadu (Amazigh è il nome del popolo berbero).

Comunque, appena l'ho visto ho pensato alla 'ndrezzata, non c'entrerà niente può dire qualche filologo, ma i pensieri fanno capolino da soli...
Io ho trovato delle similitudini, e il rimando da una all'altra immagine mi mette allegria. Non so se esistono origini comuni, ma visto che ci troviamo nel bacino del Mediterraneo non sarebbe così strano.
Il ritmo è molto diverso, molto meno incalzante la libica Sanda (o libico Sanda?...) che è quasi ipnotica, c'è meno elaborazione e coreografia ma la simulazione di un duello e la svolgimento a cerchio si richiamano a vicenda...
Comunque, io a vederle e confrontarle mi sto divertendo...

3 commenti:

  1. ciao Emanuela,
    arrivo qui dal tuo commento di oggi alla mia zuppa e solo ora mi rendo conto che eri autrice di questo blog. bhè, davvero bello, complimenti!
    mi sono unita ovviamente.
    sei cosi discreta che non avevi mai pubblicizzato questo blog da me. male! perchè io adoro leggere delle mie amiche :-)
    e tu ormai lo sei visto che siamo sempre in contatto!ora vado a curiosare un pò. adoro i blog con quel taglio internazionale^_^

    RispondiElimina
  2. Ma sei troppo cara :*
    Grazie per la visita e per le tue belle parole, il mio blog è proprio piccolino: ho dovuto rivedere un po' l'impostazione con cui era nato e ripensarlo, essendo venuta a mancare la materia prima (non sono più residente in Libia, non ho materiale di prima mano su cui scrivere...). Ma ho qualche ideuzza per la nuova stagione...
    Sai invece che quando visito il tuo blog ricevo un senso di armonia e voglia di fare, ispirazioni, anche se ha una tematica diversa dalla mia (a parte il fatto di essere expat). Induce equilibrio.
    Quindi... a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara! bhè gli expat hanno sempre qualcosa da raccontare. e sono felice di poterti leggere qualunque cosa ci riserverai :)

      Elimina

Il tuo parere è prezioso, puoi scriverlo qui:
Leave a comment:

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...