Chi c'è dietro il video virale "No woman, no drive"?

Questo video (in fondo al post) ormai ha fatto il giro del mondo, può considerarsi a pieno titolo virale ed ha ottenuto a oggi più di 10.5 milioni di visualizzazioni: il comico arabo Hisham Fageeh ci dà la sua interpretazione del fatto che le donne in Arabia Saudita non possano guidare l'auto (ne ho parlato in questo post).
Il brano ormai lo conosciamo tutti, riprende il famosissimo No woman, no cry di Bob Marley ("a Jamaican guy" dice), ma il testo qui  è modificato e ironico.
Personalmente lo trovo delizioso, mi piace parecchio ascoltarlo perché usa un genere musicale che già apprezzavo dai tempi del Conservatorio: il "canto a cappella” vale a dire senza strumenti musicali, sostituiti egregiamente dalla sonorità della sola voce umana. E lui ce ne offre una buona prova con l'aiuto dei suoi "amici" che l'accompagnano usando voce, corpo e... barba...

photo by: ©siouxie suarez from Hisham Facebook page

Ma chi è Hisham Fageeh?

Il ventiseienne di Riyadh Hisham Fageeh ha detto che l'idea di questa parodia gli era venuta tempo prima sotto la doccia, così
"come tutte le buone idee", ma che la scrittura e la produzione concrete si sono realizzate alcuni mesi dopo, quando Twitter è entrato in fermento per la sfida al divieto di guida alle donne, nel periodo del fatidico 26 ottobre.

Questo video è stato girato negli studi di Riyadh, ed è stato creato da Hisham insieme agli amici musicisti Fahad Albutairi e Alaa Wardi, che lavorano al canale Telfaz11, un sodalizio di commedia saudita on-line che trasmette su YouTube una serie di sketch dal nome "La Yekthar Show"  لا يكثر - più o meno "Metterci una pietra sopra").
Infatti lo show La Yekhtar utilizza la comicità per sfidare le norme conservatrici dei sauditi, attraverso osservazioni sottili e umorismo.

Fageeh ha detto che lui non si occupa di politica e il suo obiettivo principale è quello di divertire gli spettatori, ma vuol fare anche arrivare a noi occidentali un'idea diversa degli arabi: essi sanno anche ridere e scherzare.
Il comico, che ha studiato negli Stati Uniti, ora è famoso non solo oltreoceano, ove ha iniziato la sua carriera artistica, ma soprattutto nella sua Arabia Saudita dove interpreta un personaggio dal carattere conservatore e razzista che si presta molto bene al dileggio.

Ora la sua fama è tutta in crescendo, chissà che qualcuno non prenda in considerazione questi sketch anche in Italia e ci regali un bel doppiaggio nella nostra lingua, da quel che ho visto sono piuttosto divertenti...




Commenti

Posta un commento

Il tuo parere è prezioso, puoi scriverlo qui:
Leave a comment:

Post più popolari